Intervista alla fotografa di matrimoni Debra A. Zeller

Buongiorno a tutti!

Oggi parleremo di Fotografia di Matrimoni, grazie al prezioso contributo di Debra A. Zeller, fotografa americana di San Francisco, membro di PPA (Professional Photographers of America), WPJA (Wedding Photojournalist Association) e ISPWP (International Society Professional Wedding photographers).

debra-zeller-aj0032b

Debra divide il suo lavoro tra la California e L’Italia, in particolar modo la Toscana, dove si occupa principalmente di matrimoni per stranieri (Destination Wedding Photography), ma anche di coppie di italiani. E’ proprio a Firenze che l’ho conosciuta personalmente circa tre anni fa e da allora ho avuto il piacere di collaborare con lei in svariate occasioni.

bg_daz002

Ecco a voi l’intervista!

1) Quando e perchè hai cominciato a lavorare come Fotografa di matrimonio e cosa ha ispirato questa tua decisione?

Il mio primo matrimonio risale al 2004. Prima di allora mi occupavo di fotografia musicale e concerti live. Fu proprio un mio cliente che mi chiese di essere la fotografa ufficiale al suo matrimonio. Inizalmente risposi di no, ma già sapevo che non avrebbe accettato un no come risposta. Non avevo molta conoscenza in fatto di matrimoni, ma quell’esperienza mi servì per capire che adoravo letteralmente quel lavoro! Decisi così di entrare nel business, ma lo feci lentamente, prendendomi del tempo per capire se era quello che veramente volevo. Lavoravo ai matrimoni solo tramite passaparola e devo dire che anche oggi, molti dei miei lavori arrivano grazie alle referenze personali di altri clienti. La mia attività cominciò a crescere e nel 2007 decisi di lasciare definitivamente il settore musicale per concentrarmi esclusivamente sulla fotografia di matrimonio. E da allora non mi sono mai voltata indietro!

2) Come descriveresti il tuo stile?

Io mi reputo una fotografa di reportage fotogiornalistico e lo sono dal profondo del cuore. Preferisco fare un passo indietro e catturare i momenti, nell’attimo esatto in cui vengono vissuti. L’unica occasione che ho durante un matrimonio di fare delle pose è con i ritratti, ed è anche l’unica circostanza in cui i miei clienti sentono la mia voce!

3) Qual’è la parte più impegnativa di questo lavoro?

La revisione! Impego fino a due settimane per riesaminare un matrimonio di otto ore. Trovo molto difficile cancellare le foto. Decido di cancellare solo quelle duplicate o quelle davvero sfavorevoli. Esamino attentamente ogni singola foto che è stata scattata, persino i secondi scatti.

4) E qual’è invece la parte più affascinante?

Mi rende veramente molto felice vedere coppie innamorate. E sono onorata di prendere parte alla celebrazione del loro amore insieme con tutti i loro amici e parenti, avendo anche la possibilità di assistere a diverse tradizioni e culture.

5) Nel tuo lavoro ti dividi tra San Francisco e Firenze. Usi lo stesso approccio dovunque ti trovi oppure reputi sia necessario un approccio diverso? E quali sono le maggiori differenze tra la Calfiornia e la Toscana nell’ambito della fotografia di matrimonio?

Sono fedele al mio stile ovunque mi trovi. L’unica differenza tra un matrimonio in Italia e uno in California è che in Italia non puoi davvero sbagliare location, visto la straordinaria varietà di scelta che questo paese ha da offrire:  castelli, ville, piccole città medievali, chiese stupende, vigneti e le ampie vedute della costa mediterranea. La maggior parte dei matrimoni in California si svolge in un vigneto.

6) Cosa ti ispira durante un matrimonio?

Mi ispira principalmente il sentimento di amore e trepidazione. La mia parte preferita è quando la sposa si sta preparando, è proprio quello il momento incui si respira tutta l’eccitazione e l’emozione dell’attesa.

7) C’è un momento dell’evento che non puoi davvero perderti?

Faccio del mio meglio per catturare tutti i momenti della giornata. Il mio obiettivo è infatti quello di raccontare letteralmente attraverso le immagini la storia dell’evento, così come i miei clienti l’hanno vissuto.

8) In ultimo, ti chiedo di dare un consiglio alle coppie che stanno cercando il fotografo per il loro matrimonio.

Il mio consiglio è di riguardare le gallerie dei precedenti matrimoni che i vari fotografi hanno scattato, per farsi un’idea completa dello stile e dell’approccio che viene usato.  Il professionista in questione sarà un fornitore che dovrà starvi vicino durante tutta la giornata, quindi è importante anche instaurare un certo feeling con lui/lei. Io di solito consiglio di  iniziare con una sessione di Anteprima o Engagement Session, così avrete modo di conoscere più da vicino il fotografo e capire anche come lavora.

bg_daz005

Ed ecco anche l’intervista originale in inglese:

1)When did you start working as a wedding photographer and why did you decide to get into this job? What inspired that decision?

 My first wedding was in 2004. Before that I had been working as a music photographer and one of my clients asked if I would photograph his wedding. I initially said no, but he wouldn’t take no for an answer. I didn’t know too much about weddings before that, but after shooting his I found I really loved it. I took getting into the business slow to make sure it was something I really wanted to do. I only took on weddings from referrals, and really to this day most of my weddings still come from referrals. Business kept growing and in 2007 I left my other job to focus being a full time photographer. I’ve never once looked back.

 2) How would you describe your style?

 I’m a photojournalist at heart. I prefer to step back and capture moments as I see them happening. The only time during the wedding I do any posing or the client hears my voice is during the portraits.

 3) What is the most challenging thing about photographing weddings?

 The editing! It takes me up to two weeks to edit an 8-hour wedding. I have a difficult time deleting photos. I only really delete photos that are duplicates or truly unflattering. I look at every single photo that was captured, including my 2nd shooters images.

 4) And the most fascinating one?

 It truly makes me happy to see couples in love. I am honoured to be a part of a celebration of love with all my client’s friends and family, and witnessing different traditions from different cultures.

 5) You switch your life between San Francisco and Florence. Do you use the same approach everywhere you go or do you think it’s completely different? And what are the main differences in photographing a wedding in Italy and a wedding in California?

I am true to my style no matter where I am. The only difference between a wedding in Italy and one in the California is that you can’t go wrong with all the amazing locations Italy has to offer, such as castles, villas, little medieval towns, amazing churches, vineyards, and sweeping Mediterranean views. The majority of the California weddings take place at a winery.

 6) What inspires you during a wedding?

 The feeling of love and anticipation inspires me. My favourite part of the day is when the bride is getting ready, that’s where all the excitement and anticipation really kicks in.

 7) And is there something, a moment during the wedding you can’t really miss?

 I do my best to capture all the important moments throughout the day. It is my goal to tell a story of my client’s wedding through images.

 8) Could you give us a tip for couples who are looking for their perfect photographer

 I would recommend looking through a previous client’s gallery to get a full idea of what the photographers approach and style is. Your photographer is going to be the one vendor that is with you throughout the day, so it helps if you also have a good rapport with each other. I usually recommend having an engagement session if possible, that way you can get to know your photographer better and also see how they work.

Thank you Debra so much for your contribution!

Baci,

Chiara♥

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s